Selfie_significatoeoriginedeltermine

Ammettilo, anche tu sei stato “vittima” della selfie-mania da postare sui social network?!

Si prende un cellulare, ci si auto-scatta una foto per immortalare un momento e si pubblica l’immagine sui social. Oppure si è soliti fare un selfie di gruppo, coinvolgendo amici, parenti, compagni di scuola, anche se il vero nome del selfie di gruppo in lingua inglese si dice “usie” che deriva da “us”, in italiano “noi”.

Ma da dove deriva il termine selfie?

La parola “selfie” ha origini anglosassoni e deriva dal termine “self-portrait”, che significa letteralmente “autoritratto”, anche se in realtà sussiste una sostanziale differenza tra i due termini: l’autoritratto è una foto di sé stessi con finalità creative ed artistiche, mentre l’autoscatto, cioè il vero e proprio selfie, è una foto di sé stessi che ha solo l’obiettivo di auto-rappresentarsi, un modo per mostrarsi agli altri. Il selfie, infatti, è un modo di apparire, di mettersi in mostra, di esporsi e farsi notare.

Ma esattamente, a che anno risale la nascita della parola selfie?

Molte persone pensano che il selfie sia un vocabolo inglese nato pochi anni fa. In verità, la prima attestazione del termine selfie, risale al 2002, in un forum australiano (“And sorry about the focus, it was a selfie”); poi nel 2004 la parola fu proposta da Flickr, ma rimase comunque ben poco diffusa fino al 2012. La vera esplosione del termine selfie ci fu nel 2013, con la creazione di un’ampia serie di varianti inglesi del termine stesso, come:

 

helfie (autoscatto dei capelli)

 

welfie (fotografia del proprio lavoro)

 

drelfie (autoscatto in stato di ebrezza)

 

shelfie (fotografia della propria libreria)

 

footsie (autoscatto ai propri piedi)

 

Fu così, che nel 2013, il neologismo inglese selfie, riuscì a battere la concorrenza divenendo la parola dell’anno e diffondendosi nell’uso comune e quotidiano. Persino l’Oxford English Dictionary nel 2013 nominò la parola selfie come parola dell’anno, definendola coma “una fotografica di sé stessi, tipicamente ripresa con uno smartphone o una webcam e caricata su un social network”.

Da allora, il termine si diffuse a macchia d’olio coinvolgendo un gran numero di persone, vip, politici ecc…

In tutti questi anni, con il diffondersi degli utenti sui social network, come Facebook, Twitter, Linkedin, Instagram e molti altri, stiamo spesso assistendo ad una vera e propria invasione di selfie.

Tutti ci raccontano con un semplice selfie, ogni minuto della propria vita. Invece di fotografare paesaggi o momenti memorabili, è divenuto sempre più importante fotografare sé stessi e raccontare dove siamo, chi siamo, con chi e cosa facciamo: una vera e propria moda di comunicare sé stessi, affermata e consolidata, che spopola sui social!

E tu? Sei pronto a scattarti il prossimo selfie e condividerlo sui social?